I Corsi di Doppiaggio in Italia: avvertenze e modalità d'uso.


Quali requisiti deve avere un corso affinché possa essere definito professionale?
Un corso di doppiaggio professionale per potersi definire tale deve essere tenuto da insegnanti/doppiatori esperti con una storia professionale importante alle spalle. Conviene dubitare quando un corso di doppiaggio viene tenuto da pseudo esperti o pseudo attori senza una sufficiente esperienza nel mondo del doppiaggio. Per fare questa verifica è sufficiente digitare sul motore di ricerca i nomi dei docenti e guardare i risultati di siti terzi o di siti informativi (es. www.antoniogenna.net), e non sul sito personale che potrebbe ovviamente essere di parte.

E' indispensabile avere un bel timbro di voce per fare il Doppiatore?
Avere una bella voce aiuta ma non è un requisito fondamentale. Molti doppiatori hanno una voce "normale", questo consente loro di doppiare molti attori senza essere riconosciuti ed "etichettati" dallo spettatore del film. Al contrario, un timbro di voce troppo "particolare" e riconoscibile, potrebbe far cadere l'attenzione di chi guarda il film esclusivamente sulla voce che sembrerebbe non appartenere più all'attore doppiato.

E' importante fare il provino per accedere ad un corso di doppiaggio?
Sì, è importante. In Italia però ci sono poche scuole che fanno selezioni. Fare il provino significa essere valutati da professionisti che hanno l'orecchio "allenato". Se i provini non vengono superati si potrà sempre iniziare da un corso base di recitazione e dizione per potersi preparare per le prossime selezioni.

Si trova lavoro nel mondo del Doppiaggio?
Nel Doppiaggio più si è giovani e più ci sono possibilità di trovare lavoro. Un doppiatore di venti anni che doppia gli attori corrispondenti alla sua età, non riuscirà più a farlo quando avrà trent'anni. Il suo timbro vocale non sarà lo stesso, quindi, inizierà a doppiare i trentenni, lasciando spazio ai nuovi arrivati e così via.